L’intelligenza artificiale che legge il pensiero

La ricerca: computer e pensiero umano

Un gruppo di ricercatori americani ha messo appunto un sistema, in fase embrionale, capace di interpretare i pensieri prodotti dalla mente ed elaborarli, aprendo così la strada alla lettura del pensiero ad opera di un sistema computerizzato.

Segnali dell’attività del pensiero intercettabili dal computer

Dalle brillanti menti della Columbia University, guidate dal docente di Neural Acoustic Processing, Nima Mesgarani, è nato un sistema di intelligenza artificiale capace di leggere l’attività cerebrale prodotta dal cervello umano, decodificare questi segnali e interpretarne il senso per poi poterlo riprodurre ed impiegare in molteplici ambiti.

Applicazioni dell’algoritmo di lettura del pensiero

Le applicazioni in ambito medico e scientifico sono diverse, ad esempio sarebbe possibile applicare tale tecnologia per aiutare tutte quelle le persone affette da malattie che non permettono l’uso della parola e dei gesti, consentendogli così di comunicare più facilmente con il mondo esterno.

Inoltre i segnali prodotti dalla mente possono essere inviati direttamente ai dispositivi informatici, riducendo cosi la distanza dei dati verso il sistema di elaborazione.

Il sistema vocoder decodifica i segnali mediante un algoritmo informatico che, come Amazon Alexa, può comprendere il contenuto di quello che si dice e quindi di quello che si pensa, poiché quando si parla o si parla le aree del cervello interessate sono le medesime.

Tale ricerca è ancora in fase embrionale e lontana da applicazioni complete, tuttavia, i dati raccolti offrono buone prospettive per futuri sviluppi ed impieghi.

Please follow and like us: